Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2014

La corrispondenza cartacea nel XXI secolo

Immagine
Le mie amiche sanno che mi lamento poco. Durante le nostre conversazioni dal vivo, al telefono, via sms, What's app e e-mail, mi occupo principalmente di raccontare come coccolo e gioco con mio figlio, quali sono le evoluzioni letterarie che cerco di compiere, quali le mie ispirazioni. Illustro il mondo del merletto a tombolo che tanto amo -ormai sono arrivata alla III classe della Scuola di Merletto di Gorizia- o, ancora, chiacchieriamo del lavoro a maglia e a uncinetto, di cucina, ecc. Ho poco da lamentarmi perché vedo il mondo in un modo particolare. Vivo il tempo presente, sempre. Oggi la chiamano “Mindfulness”. Ma è una condizione perpetua e anche fisica, dal momento che anche questa scienza, la fisica appunto, ha confermato che “il tempo non esiste”, esiste solo un eterno presente. Perciò rimango male per poche cose.
In questi giorni mi sono resa conto che uno dei fattori che mi rattristano è la constatazione di quanto l'amore per le lettere cartacee stia venendo meno…

Appunti dalla mostra fotografica “Oltre lo sguardo” della Fondazione Carigo di Gorizia

Immagine
Io all'ingresso della mostra, davanti a un ritratto firmato Helene Hofmann
Finalmente riesco a trovare il tempo per sistemare i miei appunti, presi durante la mostra grazie alle due competenti guide che ci hanno accompagnato lungo due ore di interessanti scoperte. Non vedevo l'ora di rivedere la mostra ascoltando le esperte. Ci ero già passata una domenica, ma ero con il mio piccolo Damon, perciò non ho potuto indugiare troppo davanti alle sezioni che più mi interessavano. Damon è stato bravissimo, non ha urlato e non si è dimenato, anzi, sembrava molto preso dalle gigantografie. La sua prima mostra... ne vedrà ancora tante!
Tornando all'evento, si tratta di un'esposizione di fotografie della Belle Epoque goriziana. Sono ritratti, panorami e scatti di feste e ricorrenze datati fine Ottocento, inizi Novecento. C'è qualche sporadica fotografia della Prima Guerra Mondiale e delle devastazioni che portò in città, ma l'intento della mostra era quello di mostrare Gor…

Una mia recensione letteraria su www.la-biro.it

E' con molto orgoglio che oltrepasso il mio piccolo meraviglioso regno denominato Balkanica per approdare sul sito www.la-biro.it per una mia recensione al libro "Il diario intimo di Frida Kahlo -autoritratto intimo" edito da Electa:
http://www.la-biro.it/index.php?option=com_content&view=article&id=16&Itemid=123
La Biro è una rassegna letteraria trimestrale on-line edita da Cordero Editore e la pagina "Caffè letterario" è curata da Daniele Cambiaso. La proposta di pubblicare una mia recensione sul sito mi è arrivata da Sandra Fiabecolori, amministratrice della mitica pagina Facebook "Caffè letterario" alla quale sono particolarmente legata. Ho accolto con entusiasmo l'opportunità e ho proposto la mia riflessione sul libro della passionale pittrice e intellettuale messicana chiamandolo "L'archetipo Frida".
Spero apprezzerete il mio lavoro e quello dell'intero team de La Biro!

Il mio “Ricettario di Baba Ljuba” sulla rubrica “Eat Parade” del Tg2

Immagine
Sono molto onorata di scoprire che il mio ricettario:

comparirà nella rubrica del giornalista Bruno Gambacorta “Eat Parade” del Tg2 domani, venerdì 6 novembre 2014 alle 13:30.
Ad avvisarmi della buona nuova è stata proprio la direttrice del Premio Letterario “Donne tra ricordi e futuro” di Pratovecchio, la signora Lorena Fiorini.
Non so quanto spazio verrà dedicato al mio librò, e non so cosa pensare, però sono davvero contenta e grata dell'opportunità.