Fine della revisione del mio secondo romanzo

Sono molto soddisfatta: mio figlio Damon è entrato nella mia vita da meno di due mesi, eppure, nonostante tutti i piccoli, grandi problemi che si sono presentati lungo questo nuovo cammino, sono riuscita a rispettare la mia tabella di marcia letteraria (ovvero: iniziare e concludere il lavoro in un mese) e portare a termine la revisione del mio secondo romanzo.

Si tratta della terza o quarta revisione, ora non ricordo. Vi domanderete perché rivedere una storia così tante volte. Beh, è la prassi per molti scrittori ma, nel mio caso, un giorno mi sono ritrovata con questo grillo parlante nella testa che non smetteva di urlarmi di farlo. Alché mi sono chiesta cosa me lo impediva. In fondo ci vuole ancora qualche mese prima della pubblicazione, e Leonardo non si portò dietro la Gioconda per tutta la vita? E' ovvio che io non voglio entrare in competizione col Maestro, niente affatto, tuttavia ho agito nel modo migliore, perché mi sono resa conto che c'erano ancora errori e miglioramenti da apportare. Probabilmente direi la stessa cosa anche durante la prossima revisione, se decidessi di farla, ma rimane il fatto che sono molto contenta di aver ascoltato il mio istinto.

E ora posso dedicarmi con serenità alla presentazione del mio secondo libro: “Il ricettario di Baba Ljuba – la cucina rurale jugoslava”, Segno Editore e al mio figliolo, senza ansie da prestazione! A questo punto, infatti, potrei rimettermi a scrivere tra un anno e mezzo circa. Ho un libro da promuovere ora e il romanzo tra qualche mese, ma credo che non sarò in grado di imbavagliare la mia musa letteraria per tanto tempo. Anzi, lei già preme perché mi rimetta al computer.

Cercherò di respirare a fondo e impormi un periodo di stacco. Tra un romanzo e un altro è sano farlo, e poi in questo modo posso continuare a dedicare a Damon tutta la mia attenzione. Poi, quando la scrittura inizierà a tirarmi per i capelli, credo proprio che sarò costretta a cedere.


Un buon fine estate e inizio d'autunno a tutti!

Commenti

Post popolari in questo blog

Recensione: “Attraversare i muri – un'autobiografia” di Marina Abramovic'

Recensione: “Sangue impuro” di Borislav Stankovic'