La bellezza del quotidiano

Sono settimane molto impegnative. Damon cresce pari passo con l'aumentare dei miei impegni e progetti, che tendo a mantenere sotto controllo visto e considerato che desidero occuparmi prima di tutto di mio figlio. Non è semplice, ma quando sento la stanchezza sopraffarmi ripeto la solita riflessione: “Lo hanno fatto milioni di miliardi di donne prima di te. Non lamentarti, stringi i denti e vai avanti”.

E così sono riuscita a sfornare la prima copia acrilico su tela 40 x 40 di un quadro della Secessione Viennese di Josef Maria Auchentaller:


Il primo di una serie di dipinti che voglio copiare per cercare di venderli e portare bellezza nelle case delle persone. Ce la farò? Non ce la farò? Diamo tempo a tempo.

E poi, passeggiando con una mia amica e i nostri bambini per Gorizia, abbiamo deciso di entrare in un nuovo locale, chiamato “Meriti Peccati di Gola”. Situato in Via Rastello, avevo letto un articolo sulla sua apertura su Il Piccolo e me lo ero segnato: prima di tutto ritengo che giovani imprenditori che decidono di avviare un'attività ora vadano premiati. Poi questi due giovani ex croupier sloveni hanno scelto una strada della città davvero particolare. Per decenni ricchissima di scambi commerciali, passanti e locande, si è spenta piano piano. I negozi hanno chiuso le saracinesche definitivamente, o sono emigrati altrove. Ora è una via pressoché abbandonata, dove sopravvivono davvero poche attività. E ora questa sorpresa:




Potevo lasciarmi sfuggire l'opportunità di visitare un Caffè con tutte queste qualità? No. E non ne sono rimasta delusa, anzi, sono ancora stupita per la bravura dei due titolari e per la bontà delle loro delizie:



Oltre a caffè e tè di ottima qualità, il locale offre tiramisù o jogurt con un fondo fruttato dentro a contenitori di vetro. Pasticcini, biscotti e torte. Tutto rigorosamente “fatto in casa”. Un dettaglio? Sul bancone, oltre al classico contenitore di zucchero di vario genere, si possono anche trovare: miele, sciroppo d'agave, cannella e molti altri condimenti e spezie.

Io ho scelto una torta senza glutine di nocciole, ricotta, semi di papavero e marmellata di ciliegie e ne sono rimasta estasiata.

Insomma, siete invitati a fare un passaggio in questo Caffè molto speciale e a godervi qualche ora di bontà, chiacchiere e bellezza.

E per concludere una splendida mattinata di fine febbraio, ho portato Damon in parco e sull'altalena. Il suo primo giro in altalena!!!



Certo sembrava molto più interessato ai giochi dei bambini più grandi, infatti il suo sguardo puntava proprio loro. Ma è anche questa la bellezza dei bambini: il loro sguardo.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Recensione: “Attraversare i muri – un'autobiografia” di Marina Abramovic'

Recensione: “Sangue impuro” di Borislav Stankovic'