Conclusione dell'anno in... viola!


Oh sì, questo anno non poteva finire meglio.

Il Primo Natale di Baby Damon è trascorso ed è stato di una dolcezza unica. Ovviamente, non avendo nemmeno sei mesi, mio figlio non può comprendere tutta la gradazione di intimità e simbolicità del Natale, ma quello che può percepire è una vastissima gamma di emozioni, colori e sì, anche di bellezza. Quest'anno, quindi, addobbare la nostra casa e quella dei suoi nonni è stato un lavoro a tempo pieno interamente pensato per lui. E vederlo sorridere in Quel modo ci ha ricompensati di ogni ora trascorsa a realizzare anche i più piccoli dettagli.

Per quanto mi riguarda, dono più grande di Damon non può esserci. Certo scrivere, dipingere e continuare a occuparmi di Arte e Artigianato è fondamentale per la mia vita di artista e donna, ma solo quando nasce un bambino che hai atteso a cuore aperto, che è la conseguenza di un istinto materno potente, riesci a comprendere che la vita, assieme a lui, assume sentimenti e toni mai provati prima.

Perciò arrivare al 29 dicembre con l'attesa della preparazione del cenone -in casa con amici e con una bimba- è un momento rilassante, che induce alla riflessione dei mesi appena trascorsi.

E poi terminerò l'anno nuovo con dei doni che saranno utilissimi per un 2015 super-organizzato:


Si tratta, in successione di:

  • un portafoglio-organizer Filofax;
  • un'agenda giornaliera Moleskine;
  • un porta-smarphone.

Tutti rigorosamente VIOLA. Ci mancherebbe, è il mio colore preferito e ha così tanti significati cromo-terapici che è una delizia.

Gli ultimi mesi del 2014 li ho impiegati a migliorare certi aspetti del mio quotidiano e avere a disposizioni questi tre preziosi alleati “tecnici” sarà uno sprone per continuare a migliorare e anche a mettere in pratica tutti i sette punti dei miei buoni propositi per il Nuovo Anno.

Tra l'altro mi sono divertita un mondo a realizzare accessori e interni di questo portafoglio e dell'agenda:

Per la Filofax ho creato da me i porta-card e porta-documenti da inserire negli anelli interni:




Per l'agenda, invece, il porta-penne esterno l'ho cucito a mano con stoffa ed elastici che avevo a casa.

In tutto ho risparmiato qualcosa come 50 euro. Non sto scherzando: in tempi di crisi come questa, purtroppo, ci sono ancora aziende disposte a mettere in vendita accessori in nylon e stoffa a prezzi da capogiro. Chiunque è capace di fare a mano quello che ho realizzato io. Beh, forse pochi trovano il tempo di farlo, ma se ci sono riuscita io tra lavoro, bebè, famiglia e scuola di merletto, ci riescono tutti, poco ma sicuro.

E ora non mi tocca che stare alla larga -anche se so che sarà impossibile- dal gruppo Facebook CartoPazze, che mi ha fatta tornare un po' bambina, con tutte le sue magiche idee made in cartoleria! E anche dal sito internet della bravissima blogger Jennifer: www.mypurpleylife.com/ Viola-dipendente come me, ma molto, molto più organizzata e raffinata per quanto riguarda le sue innumerevoli agende e la creazione di pagine coloratissime e creative.

Nessuno può sapere cosa ci riserva il futuro, tutto quello che farò io è cercare di renderlo il più colorato, intimo e sereno possibile.


Buon Inizio a tutti voi!

Commenti

Post popolari in questo blog

Il serpente cambia pelle

Recensione: “Attraversare i muri – un'autobiografia” di Marina Abramovic'

Recensione: “Scandalose” di Cristina de Stefano