Telaio mon-amour



Questo mini-telaio è il fantastico dono della mia amica Sveva!
Quando me lo ha portato, sono rimasta senza parole, ma soprattutto il cervello mi è andato in pappa, perché ha iniziato a pensare a tutti i progetti che avrei potuto avviare, tutti insieme e bum!!
Quando mi sono ripresa, però, ho deciso di sedermi alla tavola del soggiorno, prendere un bel plico di fogli e iniziare a disegnare e scrivere ordinatamente tutto l'intrico di idee che si erano mescolate dentro la mia materia grigia. In due ore circa, era tutto nero su bianco e la mia testolina, e sono riuscita a tornare a respirare come si deve...
Perciò ora non posso ancora dirvi di cosa mi sto occupando, ma questo è un assaggio, soprattutto per alcuni amici di Facebook che credevano che i telai non esistessero più da secoli.
Per ora mi accontento di questo prezioso dono, ma appena avrò “preso mano” prenderò, o mi farò costruire un telaio più grande, in modo da poter creare tessuti di cotone, di lana e con filati dorati e argentati di formato maggiore e per progetti di dimensioni ancora più grandi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il serpente cambia pelle

Recensione: “Attraversare i muri – un'autobiografia” di Marina Abramovic'

Recensione: “Scandalose” di Cristina de Stefano